Poschiavo San Romerio Tirano

Poschiavo San Romerio Tirano

Poschiavo, Stazione Bernina Express - Tirano, Stazione FS

Eccoci all'ultimo percorso che ci riporta a Tirano con una cavalcata sempre sui monti del versante sinistro orografico. La lunga e impegnativa salita prima su asfalto e poi su sterrata e sentiero ci porta alla sporgenza di roccia, dove la chiesa di San Romerio domina da molti secoli il lago e la Valposchiavo.

continua a leggere

La vista e' notevole sia verso le montagne a ovest, con il Piz Varuna, il Corno Campascio e il Piz Canciano in evidenza, sia verso sud dove vediamo la valle grigionese finire in Italia. La sosta al rifugio adiacente ci per mette di ristorarci con gustosi piatti tipici. La discesa verso sud su pochi tratti di sentiero e molte strade asfaltate e sterrate ci apre progressivamente la vista sulla Valtellina e le montagne orobiche sopra Tirano. L'itinerario e' fattibile anche in senso inverso e si puo' salire a San Romerio anche da Miralago seguendo la variante n. 1.Dalla Stazione di Poschiavo 1014 m si esce dal paese verso est prendendo la strada che sale a Cologna. Dopo le ultime case, a quota 1180 m, si va a destra su strada sterrata e si attraversa la Val da Prada. Al primo tornante di quota 1400 m circa la deviazione a destra porta al vecchio sentiero ormai in disuso che sale a San Romerio, noi continuiamo a sinistra e al tornante successivo incontriamo il sentiero che proviene da Cansume' 1450 m vedi itinerario precedente n. 39 e proseguiamo la faticosa salita fino ai 1906 m di Sclupetoir. Il percorso continua su sterrata fino a Presa Dafo 1848 m da dove parte il sentiero, a tratti sassoso, che attraversa la Val da Terman e conduce direttamente a San Romerio 1794 m. La discesa torna a essere su strada sterrata, si lascia quasi subito a destra la prima deviazione su sentiero che scende a Selvaplana variante n. 2 di discesa e si prosegue a strapiombo sulla valle fino a incontrare su un tornante la seconda deviazione su sterrata che sale da Miralago variante n. 1 di salita. Si pedala ben presto su asfalto passando da Viano 1280 m e da Dogana 1380 m per arrivare al confine di stato. La strada si interrompe e dobbiamo scendere per un breve tratto di sentiero non molto scorrevole fin sotto la vecchia Caserma della Finanza. Riprendiamo quindi la strada sterrata che ci porta a Baruffini, da dove possiamo arrivare a Tirano sull'asfalto o su sentieri seguendo le indicazioni dell'itinerario n. 5.


MAPPA PROFILO ALTIMETRICO
Statistiche Fondo
Naturale : 82%
Asfaltato : 17%
Selciato : 1%





Segui AltaRezia

SUI CANALI